Cerca un termine nel glossario

AMALGAMA DENTALE

Comunemente chiamata “piombatura”, è una lega composta di vari metalli, tra cui il mercurio e l’argento, ed è stata usata in passato per le otturazioni nei denti posteriori. Veniva pressata allo stato plastico nella cavità preparata nel dente e poi modellata per riprodurre la forma e la funzione originali del dente. Dopo questo tipo di otturazione era preferibile evitare di masticare da quel lato per 24 ore. Poteva permanere per un certo tempo sensibilità agli stimoli termici. L’amalgama è stata ampiamente usata per quasi 200 anni, ma oggi è in declino per motivi estetici e per la presunta tossicità del mercurio. Al suo posto, vi sono oggi materiali più estetici e biocompatibili come ceramiche o resine composite.

ANAMNESI

Raccolta della storia clinica remota ed attuale del paziente. Essa può essere effettuata indirettamente con un questionario e poi direttamente dal medico intervistando il paziente. Riguarda sia la salute generale che della bocca in particolare.

APICE

Porzione terminale della radice di un dente. Un dente può avere una sola radice (detto monoradicolato)come gli incisivi, dunque avrà un solo apice, oppure può avere più radici (pluriradicolato) come i molari e perciò più apici.

APICECTOMIA o ENDODONZIA RETROGRADA

Quando è presente un granuloma apicale (vedi voce “cisti”, o “granuloma”) e non si riesce ad attuare una buona devitalizzazione per la presenza di ostacoli come ad esempio perni metallici, e si vuole tentare di salvare il dente, è indicato eseguire questo intervento che consiste nel sollevare un lembo di gengiva, asportare la parte di osso infiammata, resecando anche una parte di radice, e otturare per qualche millimetro il canale radicolare. In mani esperte ha una percentuale di successo dell’80%.

APNEE NOTTURNE O SINDROME DELLE APNEE OSTRUTTIVE NEL SONNO (OSAS)

Le apnee notturne sono episodi di apnea che si verificano durante il sonno, soprattutto se si ha l’abitudine di dormire in posizione supina, e si verificano in quanto la lingua tende a ‘cadere’ all’indietro, ostruendo le vie aeree, e a ridurre fino a bloccare il passaggio dell’aria. Se non curate, aumentano il rischio di incidenti stradali, nonchè di malattie cerebro o cardio-vascolari oltre a peggiorare la qualità di vita del paziente. Presso il nostro studio effettuiamo ai pazienti ad alto rischio di apnee (pazienti che russano, in forte sovrappeso o obesi) un esame che permette di fare un primo screening per quanto riguarda la presenza o meno di apnee, ed inviamo presso centri specializzati i pazienti che necessitano di un approfondimento diagnostico. Le apnee di grado medio-lieve possono essere efficacemente trattate con MAD (Mandibular Advancement Device) ossia un dispositivo intraorale che consiste in un doppio bite superiore ed inferiore collegati tra loro, che ha il compito di portare in avanti la mandibola impedendo che la lingua vada ad ostruire il passaggio dell’aria.

APPLICAZIONE TOPICA DI MEDICAMENTI

Seduta per applicazione di prodotti desensibilizzanti o a rilascio di fluoro, o per fluorazione mediante cucchiaio prefabbricato o individuale. L’applicazione viene spesso effettuata utilizzando una mascherina appositamente realizzata.

ARTICOLAZIONE TEMPORO-MANDIBOLARE O ATM

E’ quell’articolazione che collega l’osso temporale alla mandibola e che ci permette di compiere i movimenti di apertura e chiusura della bocca, di parlare e di masticare.

ASCESSO

E’ una raccolta localizzata di pus in un’area circoscritta, accompagnata da dolore e gonfiore. Si parla di ascesso periapicale acuto quando il pus si raccoglie intorno all’apice di una radice il cui canale contiene batteri. Spesso costituisce l’evoluzione di un granuloma. Si parla di ascesso parodontale quando il problema origina dalla tasca parodontale. (vedi alla voce parodontite).

ASSISTENTE DENTALE

E’ la più preziosa collaboratrice del dentista sia per l’indispensabile aiuto che offre durante la seduta operativa che per l’accoglienza e la dimissione del paziente. Inoltre si occupa del riordino immediato della sala di trattamento, di preparare l’area operativa, della sterilizzazione, di ordinare i materiali necessari, di tenere il magazzino e di mantenere in ordine le attrezzature oltre che di confortare e di incoraggiare il paziente.

ATM

Vedi alla voce Articolazione temporo-mandibolare